- Mondi Possibili

Vai ai contenuti

Menu principale:

STAFF
GENNARO DI LEO
    
Gennaro Di Leo (Salerno, 1976) è cresciuto a Potenza e ha vissuto a Milano, prima di trasferirsi a Massa, dove attualmente risiede. Laureato in lettere classiche con indirizzo storico antico presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, ha conseguito un dottorato in “Storia e Storiografia dell’antichità classica” e un master in “Tecniche di scrittura per la fiction” sulla formazione di sceneggiatori e story editors, con stage presso la Lux Vide per il progetto “Imperium” e la miniserie “Augusto, il primo imperatore” (regia di Roger Young) di produzione Rai Fiction. Si occupa di teatro classico, curandone la regia e gli adattamenti, con i vari laboratori teatrali per i gruppi amatoriali della Compagnia Teatrale Mondi Possibili, che ha appositamente creato: quello per i detenuti della Casa di reclusione di Massa (Persiani, Oreste), dove presta servizio di volontariato, e quelli per studenti (Ecclesiazuse, Troiane, Uccelli, Elettra, Lysextrata, Antigone), ex studenti (Camere da letto, Dialoghi con Leucò, Piccoli crimini coniugali, Casa di bambola, Eclesiazusex, Qualcuno volò sul nido del cuculo, L'alloggio segreto - Het Achterhuis) e docenti (Romolo il Grande, Sarto per signora, La cantatrice calva, L'importanza di chiamarsi Ernesto ovvero di essere franco) del Liceo Classico “Pellegrino Rossi” di Massa, dove insegna materie letterarie. Ha pubblicato un romanzo (Io e le Noir, Il Ciliegio) di cui è in corso di pubblicazione il seguito ("Nora et moi", Ed. Il Ciliegio), e due testi teatrali ("Extension", Aletti Editore, e "Partita alla frontiera", Helicon Edizioni).
GIUSEPPE "JOH" CAPOZZOLO
Giuseppe “Joh” Capozzolo  nasce a Milano nel 1968. Per motivi di vita e professionali giunge a Massa nei primi anni '90 dove attualmente risiede e lavora. Joh è essenzialmente un creativo multimediale e un manager artistico, infatti, oltre a comporre ordinariamente musica per il teatro e per il cinema indie nazionale e internazionale (tra gli ultimi, il pluripremiato The Perfect Husband e The Alcoholist) e a curarne il sound design, svolge attività libero professionale nel settore del management e della comunicazione multimediale culturale e artistica. Essendo Joh eclettico di natura ed avendo egli vissuto attivamente sin dai primi anni ’80 i più disparati generi musicali (Punk, Dark, Metal, Ambient e EDM Underground), sia come cantante in formazioni, sia come strumentista solista, fonda attualmente il suo estro creativo mantenendo vivo lo spirito delle diverse e profonde atmosfere artistiche respirate nel suo passato, rese comunque attuali grazie anche alle potenzialità offerte dalle moderne tecnologie audiovisive. Joh, oltre ad essersi laureato in giurisprudenza con una tesi sulla valorizzazione dei beni culturali mediante il project financing, è anche speaker e doppiatore professionale, nonché videografo e fotografo. Joh, è un cultore del pensiero dell’antropologo e sciamano sudamericano Carlos Castaneda, nonché convinto assertore della sua filosofia…
CLAUDIA PAULA LUCCINI
Nata a Rosario, Argentina, ha esercitato per più di vent’anni la libera professione come architetto, esplorando anche il mondo dell’insegnamento in veste di ideatrice e conduttrice di progetti didattico-formativi sul rapporto tra arte e pubblicità. Coltiva da sempre la passione per la creazione di abiti teatrali e carnevaleschi.
Ama l’esperienza del viaggio, la natura e l’arte in tutte le sue forme.
Dal 2014 collabora, in veste di costumista, con la Compagnia Tetrale Mondi Possibili.
“E’ attraverso l’atto creativo che riesco ad esprimere pienamente me stessa ed il mio personale modo di vedere e sentire il mondo che mi circonda”.
MICOL BALDINI
 
Di Massa, dopo il Liceo Classico ha frequentato a Bologna il corso di laurea in DAMS, indirizzo Arte.
 
Dipinge, realizza abiti per amiche e bambine, accessori, cosplay e costumi teatrali.  
 
Collabora come costumista tuttofare in produzioni  video e dal 2015 con la Compagnia Teatrale Mondi Possibili.
 
“Nel mio microcosmo creativo e giocoso entrano fiabe, fumetti, opere d’arte e personaggi del cinema. Tempesto con le mie calligrafie ogni superficie possibile. Fin da bambina ho lavorato su oggetti di scarto: le pezze a colori della zia sarta, i ciottoli di mare, i compensati del nonno falegname, materiali poveri ai quali dare nuova vita”
Torna ai contenuti | Torna al menu