Mondi Possibili

Vai ai contenuti

Menu principale:

CLASSEX
IRENE BONDIELLI
Chiusa nel dolore, Elettra si consuma senza nozze e senza figli, serva nella casa che fu di suo padre, dove come un'estranea vive sola nel ricordo di Agamennone e solo nel proposito di vendicarne la morte, punendo gli usurpatori: un baratro di incomunicabilità la separa dalla madre Clitennestra, colpevole dell’omicidio assieme all’amante Egisto; non comprende, incompresa, le ragioni della sorella Crisotemi; lamenta l’assenza del fratello Oreste e, mentre c’è chi se ne allieta, ne piange in un gelido lutto la presunta morte.
SPETTACOLI E INTERPRETAZIONI
Elettra, Elettra
Ecclesiazusex, Prassagora
IRENE BONDIELLI
Chiusa nel dolore, Elettra si consuma senza nozze e senza figli, serva nella casa che fu di suo padre, dove come un'estranea vive sola nel ricordo di Agamennone e solo nel proposito di vendicarne la morte, punendo gli usurpatori: un baratro di incomunicabilità la separa dalla madre Clitennestra, colpevole dell’omicidio assieme all’amante Egisto; non comprende, incompresa, le ragioni della sorella Crisotemi; lamenta l’assenza del fratello Oreste e, mentre c’è chi se ne allieta, ne piange in un gelido lutto la presunta morte.
SPETTACOLI E INTERPRETAZIONI
Elettra, Elettra
Ecclesiazusex, Prassagora
IRENE BONDIELLI
Chiusa nel dolore, Elettra si consuma senza nozze e senza figli, serva nella casa che fu di suo padre, dove come un'estranea vive sola nel ricordo di Agamennone e solo nel proposito di vendicarne la morte, punendo gli usurpatori: un baratro di incomunicabilità la separa dalla madre Clitennestra, colpevole dell’omicidio assieme all’amante Egisto; non comprende, incompresa, le ragioni della sorella Crisotemi; lamenta l’assenza del fratello Oreste e, mentre c’è chi se ne allieta, ne piange in un gelido lutto la presunta morte.
SPETTACOLI E INTERPRETAZIONI
Elettra, Elettra
Ecclesiazusex, Prassagora
IRENE BONDIELLI
Chiusa nel dolore, Elettra si consuma senza nozze e senza figli, serva nella casa che fu di suo padre, dove come un'estranea vive sola nel ricordo di Agamennone e solo nel proposito di vendicarne la morte, punendo gli usurpatori: un baratro di incomunicabilità la separa dalla madre Clitennestra, colpevole dell’omicidio assieme all’amante Egisto; non comprende, incompresa, le ragioni della sorella Crisotemi; lamenta l’assenza del fratello Oreste e, mentre c’è chi se ne allieta, ne piange in un gelido lutto la presunta morte.
SPETTACOLI E INTERPRETAZIONI
Elettra, Elettra
Ecclesiazusex, Prassagora
Torna ai contenuti | Torna al menu